Anton Baev

Poetry

Una notte a Budapest

5.00(3 votes)

Poetry

Domenica delle palme

5.00(2 votes)

Poetry

Carthago delenda est

5.00(12 votes)

Poetry

Plovdiv

5.00(37 votes)

Poetry

Gerico

4.69(16 votes)

More

Venerdi

Translated by: Джузепе Наполитано

5.00   (4 votes)

Le api ronzano nel tuo cortile e le arnie sono piene di miele.

E i fichi si spaccano rossi come le labbra

di una donna che attende – prima di cadere sull’erba

e sentono le gocce della pioggia del mattino passato

che ancora è qui – non vuole (e non può) andare –

e anche il bambino nel cortile non la smette di giocare

nemmeno quando è rotto il suo giocattolo – io sono

quel bambino arrampicato allo steccato

che ha fissato la vista come avendo nei palmi dei chiodi

– uno sguardo appena pieno di ammirazione e paura

dell’inconosciuto – ah il tuo petto com’è incantevole:

vi ci sono posate due api come chiodi dorati

ronzando intorno nella guazza d’argento…

Segna o Signore le mie labbra – ferite a sangue

con la spugna d’aceto – se non mi è permesso altro.

The PlovdivLit site is a creative product of "Plovdiv LIK" foundation and it`s object of copyright.
Use of hyperlinks to the site, editions, sections and specific texts in PlovdivLit is free.

© PlovdivLit 2021